Scoperto un nuovo vulcano attivo su Venere

Pubblicato da: x0x Shinobi x0x- il: 20-10-2016 9:12

Venere, la dea arrabbiata del Sistema Solare, è un pianeta incandescente con temperature elevate a causa della sua posizione, popolata da eruzioni vulcaniche che rendono il luogo invivibile per qualsiasi specie. In data odierna ci giunge notizia della scoperta di un nuovo, titanico e pericoloso vulcano su Venere, il quale in questo ultimo periodo è più attivo che mai.

venere

Il pianeta incandescente del sistema solare

L’atmosfera che circonda Venere rende il pianeta un vero inferno e ne impedisce una corretta osservazione. Secondo una recente ricerca condotta dall’agenzia spaziale tedesca “DLR”, è emerso che uno spaventoso vulcano collocato nell’emisfero meridionale del pianeta e chiamato Idunn Mons, è attivo in questo ultimo periodo con i suoi 200 chilometri. In un recente studio sono state avvistate delle anomalie dalla cima del monte, etichettandolo come un vulcano in piena attività.

Nel pianeta l’attività vulcanica è all’ordine del giorno, ciò provoca una presenza eccessiva di anidride solforosa nell’atmosfera, consolidando le teorie del vulcanismo sul pianeta. I vulcani sono in attività perenne, parliamo di una pressione pari a 9 volte quella presente nel nostro pianeta con temperature che raggiungo i 480 gradi. Le condizioni di Venere sono catastrofiche ed estreme le quali rendono impossibili eventuali missioni su di esso.

A causa di questi fattori, Venere resta e resterà un mistero per gli studiosi del nostro sistema solare. Venere è il secondo pianeta del nostro sistema in ordine di distanza dal sole, impiega 224,7 giorni terrestri per compiere un giro completo attorno al sole e prende il nome dalla dea romana dell’amore e della bellezza. Dopo la luna, venere è il pianeta più visibile dalla terra sia prima dell’alba che dopo il tramonto, per questo motivo prende il nome di Stella del Mattino o Stella della Sera.

Nonostante sia un pianeta terrestre e gemello della Terra per massa e dimensioni, è popolato da vulcani e la sua temperatura è cosi elevata da non permettere l’evoluzione della vita.  A differenza degli altri pianeti non presenta satelliti o anelli e ha un campo magnetico debole, rispetto a quello terrestre.  Dopo Mercurio ed ovviamente il Sole, è il pianeta più caldo del nostro sistema collocato tra il Sole e la Terra.  Osservando il cielo sul far della sera o all’alba è facilmente visibile ad occhio nudo, si tratta della stella più luminosa del firmamento, nonostante dista diversi mesi di viaggio dalla Terra con la tecnologia di cui disponiamo attualmente.