Categories: AndroidNews

Meizu M6 Note è ufficiale: probabilmente il miglior phablet medio di Meizu

Come già si sapeva da qualche settimana a questa parte, oggi 23 agosto 2017 è stato ufficialmente annunciato al grande pubblico il tanto atteso e discusso smartphone Android Meizu M6 Note inizialmente disponibile in esclusiva assoluta sul territorio cinese. Andiamo, quindi, a scoprire in tutto e per tutto il nuovo dispositivi di punta del brand cinese.

Meizu M6 Note è ufficiale: ecco le caratteristiche tecniche complete e i rispettivi prezzi

Evidenziamo fin da subito che di nuovo rispetto alle tantissime indiscrezioni emerse fino ad oggi non c’è niente di niente, a partire dagli strabilianti componenti hardware. M6 Note di Meizu può fare affidamento ad una scheda tecnica di altissimo livello sopratutto validissima perché associata ad un prezzo vantaggioso:

  • Ampio pannello touchscreen con diagonale da 5,5 pollici con risoluzione di 1080 x 1920 pixel e vetro protettivo 2.5D;
  • Processore Snapdragon 625 con CPU octa core da 2 GHz e GPU Adreno 506;
  • RAM da 3/4 GB;
  • Archiviazione da 16/32/64 GB espandibile con una microSD;
  • Sistema operativo Android 7.1.2 Nougat con Flyme OS 6;
  • supporto al dual SIM ibrido (nano + nano/microSD);
  • fotocamera posteriore con sensore principale Sony IMX362/Samsung 2L7 da 12 MP con quad flash LED dual tone, apertura focale di 1,9, pixel di 1,4 um, lenti a 6 strati e un sensore secondario da 5 MP con apertura focale di 2,0;
  • fotocamera anteriore da 16 MP con apertura focale di 2,0 e lenti a 5 strati;
  • lettore di impronte digitali integrato nel tasto principale anteriore mTouch;
  • dimensioni di 154,6 x 75,2 x 8,35 mm e peso di 173 g;
  • connettività LTE, Wi-Fi 802.11 ac, Bluetooth 4.1 e A-GPS;
  • batteria da 4000 mAh dotata di ricarica rapida.

Una scheda tecnica di tutto rispetto in grado di accontentare senza alcun problema anche l’utente più esigente.

Passando al design, il Meizu M6 Note è stato progettato con un unico blocco interamente in alluminio che, per quanto possa risulta gradevole, è un qualcosa di già ampiamente visto sui predecessori. Ma passiamo ad uno dei punti di forza del dispositivo e cioè i costi delle varie versioni.

Le colorazioni disponibili per il dispositivo di Meizu saranno le seguenti: oro, blu e nero e dal 2 settembre si potrà acquistare ai costi di 1099 yuan, ovvero 140 euro, per la versione con memoria RAM di 3GB e storage di 16GB, 1299, al cambio attuale siamo sui 166 euro, modello con RAM di 3GB e ROM di 32GB e per concludere 1699, 217 al cambio, per la versione 4-64GB di archiviazione.

Cosa ne pensate di questo nuovo top di gamma del produttore cinese? Ci fareste un pensierino? Ogni vostra impressione fatecela sapere nel box apposito ai commenti presente qui sotto.

AlessioTanca

Share
Published by
AlessioTanca
Tags: MeizuMeizu M6 Note

Recent Posts

  • News

AMAZON PRIME VIDEO: The Grand Tour Stagione 3 – Trailer

Amazon Prime Video annuncia che l’attesissima terza stagione di The Grand Tour sarà disponibile in esclusiva su Prime Video da venerdì 18…

2 settimane ago
  • News

Il tuo logo personale con DesignEvo

Il logo è prima cosa che salta all'occhio di un consumatore quando decide di scegliere un'azienda per un determinato obiettivo,…

1 mese ago
  • News

Potenzia le prestazioni dei vetri con Topfilm

Necessitate di potenziare le prestazioni dei vetri per esaltare l'estetica del vostro edificio? Allora Topfilm potrebbe fare al caso vostro,…

1 mese ago
  • News

La perfetta alimentazione autunnale

Con l’autunno alle porte e l’estate purtroppo ormai agli sgoccioli, è ora di rimettersi in forma e rientrare in uno…

2 mesi ago
  • News

Genya: Il miglior Software Contabilità del Web

Genya è il software contabilità più utilizzato sulla rete, un valido e utile strumento per i commercialisti, i quali necessitano di…

2 mesi ago
  • Tech

Il Tuo Sito Web Aziendale è Protetto? Questi Suggerimenti e Trucchi Bloccano i Malware Immediatamente

Quando si avvia un’attività, bisogna stare in campana per affrontare una serie di ostacoli: concorrenza, problemi interni, carenze nella gestione…

2 mesi ago