Come le condizioni meteorologiche influenzano la Moto GP

Pubblicato da: x0x Shinobi x0x- il: 16-09-2019 7:42 Aggiornato il: 19-09-2019 11:55

Al giorno d’oggi molti sono i fenomeni che stanno distruggendo e surriscaldando l’ambiente creando un cambiamento di clima che non va sottovalutato. La questione non è solo ai danni in sé che possono creare ad esempio gli incendi sulle varie zone, ma quanto questo fenomeno possa condizionare l’intero sistema e tutto ciò che ad esso è collegato.

La stessa Moto GP può esserne condizionata, tenendo conto di una certa temperatura presente su pista e il funzionamento dell’auto rispetto a quel particolare clima. A questo proposito sono illuminanti le parole dell’Ingegnere Ducati Marco Frigerio (team Pramac Racing), che ha espresso la sua preoccupazione sul cambiamento metereologico di questi ultimi anni e di come possa condizionare il loro lavoro durante la competizione.  

Nell’intervista parla di come la condizione in Amazzonia e la devastazione della foresta non sia un fenomeno isolato e di poco conto, ma è una questione allarmante che potrebbe produrre molti effetti indesiderati e avere condizioni devastanti sul clima, lo stesso che in pista potrebbe comportare diversi cambiamenti prima di una gara. E questo effetto condizionerebbe anche tutti quelli appassionati di scommesse online che non riescono a puntare sugli sportivi che ritengono vincenti. 

Trovarsi a gareggiare dopo un’ondata di mal tempo, porterebbe gli ingegneri a lavorare doppiamente cercando di mettere a punto scelte differenti rispetto alla classica temperatura, dovendo tener presente la pista bagnata e attuare possibili soluzioni in grado di non far perdere aderenza alle gomme durante la gara. 

Marco Frigerio afferma: “Spesse volte a causa del clima dobbiamo cambiare tutto. Il tempo è fondamentale e spesse volte il nostro lavoro è su sospensioni ed elettronica su traction control”.  Nell’intervista, secondo il blog L’Insider mostra chiaramente come rispetto a 10 anni fa il clima sia cambiato e su come è necessario adattarsi rapidamente agli imprevisti dovuti alle condizioni meteorologiche. 

I piloti devono dunque prepararsi prima di ogni competizione all’evenienza di ritrovarsi in una gara con condizione meteorologica variabile, pronti di conseguenza alla consapevolezza di affrontare la gara in modo differente.

I box sono pronti a modificare la moto all’occorrenza, sia in caso di un percorso bagnato che asciutto. Rispetto a molti anni fa come affermato da Marco Frigerio, il clima è decisamente cambiato, non si ha più dunque la certezza di trovarsi di fronte le medesime condizioni previste prima di una competizione.

La pista è dunque soggetta al clima prima e durante la gara, una curva ad esempio va affrontata in modi differenti a seconda delle condizioni meteorologiche, ciò porta le stesse a influenzare la Moto Gp, i piloti a volte si ritrovano di fronte a situazioni differenti rispetto gli allenamenti o qualifiche. Dove il tracciato in precedenza era asciutto e la giornata soleggiata, durante la competizione potrebbe essere bagnato e piovigginoso. 

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato