Come fare per riscuotere le vincite dei Gratta e Vinci

Pubblicato da: x0x Shinobi x0x- il: 29-10-2021 9:25

La formula del Gratta e Vinci è semplice e intuitiva, si tratta dell’unica lotteria istantanea autorizzata al pagamento di premi in denaro. Per quanto riguarda le meccaniche di gioco nello specifico, basta molto semplicemente grattare i simboli che si trovano stampati sui biglietti (ne esistono moltissime tipologie differenti) per scoprire di aver vinto o meno premi immediati. Quando si sceglie di giocare al Gratta e Vinci sarà molto importante conoscere quelli che sono i tempi tecnici da rispettare, sia per quanto concerne la riscossione del denaro che le modalità di pagamento. Oltre, è ovvio, ai diversi luoghi presso i quali ci si può recare per fare richiesta e ottenere il premio che ci si è aggiudicato.  

Tempistiche per la riscossione e validità dei biglietti vincenti 

Per prima cosa sarà corretto sottolineare come in linea generale non vi siano delle tempistiche ben precise in merito al ritiro dei premi delle lotterie istantanee al momento attive. È anche vero però che nel caso in cui un certo tipo di Gratta e Vinci che si è acquistato dovesse essere a un dato momento rimosso dal mercato, entrerebbero in vigore delle scadenze stringenti secondo quanto regolamentato da ADM. Ecco perché è sempre bene consultare l’elenco dei biglietti Gratta e Vinci in vendita. Per poter ritirare il premio a quel punto il giocatore avrebbe 45 giorni di tempo dal momento stesso in cui avviene la pubblicazione dell’avviso di cessazione di quella lotteria sulla Gazzetta Ufficiale. Una volta che sia trascorso questo lasso di tempo, senza aver provveduto alla riscossione del premio in denaro, il biglietto che era stato vincente non sarebbe comunque più ritenuto tale. Oggi sul mercato sono presenti biglietti Gratta e Vinci di diverse fasce di prezzo: 1€, 2€, 3€, 5€, 10€ e 20€. Tra i più popolari c’è senza dubbio il nuovo Gratta e Vinci Portafortuna Mini, così come anche New Turista per dieci anni e Il Miliardario. In generale, i biglietti si differenziano per il prezzo, per la grafica, per le meccaniche di gioco e per i premi massimi. 

Le fasce di vincita: bassa, media e alta 

Dopo aver messo a fuoco i tempi tecnici relativi al pagamento dei Gratta e Vinci, sarà utile passare in rassegna quelli che sono i luoghi fisici presso i quali la vincita può essere riscossa e le differenti modalità di pagamento disponibili e alle quali ricorrere. Ovviamente, a seconda dello specifico importo che è stato vinto dal giocatore questi aspetti cambieranno in maniera anche sostanziale. Per quanto riguarda le vincite di fascia bassa, relative a premi entro i 500€, si può riscuotere l’importo direttamente in un qualsiasi punto vendita autorizzato, presentando il tagliando vincente. In merito invece alle vincite di fascia media, superiori ai 500€ ma inferiori ai 10.000€, è necessario recarsi in un punto vendita scegliendo un metodo di pagamento tra assegno circolare in un’agenzia di Banca Intesa Sanpaolo S.p.A., un bonifico postale o uno bancario. Infine, ci sono le vincite di fascia alta, superiori ai 10.000€. Il biglietto vincente va presentato o fatto pervenire all’Ufficio premi Lotterie Nazionali s.r.l. a Roma o agli sportelli di Banca Intesa Sanpaolo (la banca provvede solo al ritiro del biglietto e al suo inoltro all’Ufficio premi Lotterie Nazionali s.r.l., rilasciando ricevuta). 

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato