Samung brevetta lo smartphone multi OS con Android e Windows

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 07-09-2016 10:02

l sogno di molti potrebbe divenire presto realtà, stiamo parlando ovviamente di uno smartphone Samsung con duplice sistema operativo (Android e Windows). In data odierna ci giunge notizia di un brevetto depositato di recente dalla casa sud coreana che riguarda proprio un sistema che consente di gestire due o più piattaforme in un solo dispositivo “simultaneamente”, nello specifico il brevetto in questione risale al 2015 ma solo di recente è stato ripreso da Samsung, la quale si servirebbe di uno smartphone che consente di gestire un’interfaccia a finestre mix tra Windows 10 Mobile e Android.

windows_samsung_600_01

Samsung pensa al multi smartphone

I due sistemi operativi potrebbero coesistere e funzionare quindi essere gestiti simultaneamente. Non parliamo di un sistema dual boot ma un metodo software per passare da un sistema all’altro senza il riavvio del dispositivo, in altre parole l’utente può gestire le piattaforme come se si trattasse di applicazioni, minimizzando un sistema per passare all’altro rapidamente. A quanto pare Samsung pensa di proporre anche la possibilità di accedere a cartelle e risorse condivise oltre la regolazione delle prestazioni per ciascuno OS, dividendo quindi memoria interna e RAM.

Tra le altre chicche non manca la possibilità di effettuare operazioni di copia e incolla o spostamento tra i due sistemi operativi. Tramite un sistema multi finestra Samsung riuscirebbe ad ottimizzare ed adattare nonchè accelerare la gestione di entrambi i sistemi. Per poter concretizzare un progetto simile occorrerebbero notevoli prestazioni e quindi requisiti hardware non indifferenti.

samsung_600_01

Già in passato Nokia ed altre compagnia hanno tentato di commercializzare uno smartphone con Android e Windows a bordo ma senza successo a causa dello scarso interesse dimostrato dai consumatori. La possibilità di poter passare da un sistema all’altro in pochi secondi cambierebbe totalmente le cose, ma come per ogni brevetto per ora resta solo un’idea che probabilmente potrebbe non vedere la luce o almeno a breve.

Lascia un commento