Samsung invia scatole anti esplosione per le spedizioni del Note 7

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 12-10-2016 10:20

Ancora una volta si torna a parlare del Note 7 di Samsung e della sua “esplosione”. Di recente la casa sud coreana si è vista costretta a cessare la produzione dello smartphone a causa delle numerose esplosioni avvenute sopratutto in USA, le quali hanno provocato danni non solo al dispositivo ma anche ai suoi consumatori.

samsung-bomba

Samsung corre ai ripari per le restituzioni

Samsung ha vietato o meglio dire consigliato di utilizzare il Note 7, i possessori del phablet sono invitati a spegnerlo e riconsegnarlo alla casa per ottenere il rimborso o la sostituzione con un altro terminale che non sia chiaramente Note 7 in quanto il dispositivo anche se sostituito è affetto dal medesimo problema. Per permettere ai consumatori di rispedire il Note 7 e ai trasportatori di evitare uno spiacevole inconveniente, la casa sud coreana ha deciso di spedire a coloro che ne fanno richiesta uno speciale imballo dove riporre lo smartphone.

L’imballo come mostrato dai colleghi di XDA nel video che potete vedere a fine articolo, è composto da una serie di scatole ideate appositamente per evitare che un possibile incendio o esplosione possa provocare danni ingenti. Nella confezione troverete le istruzioni dettagliate per riporre lo smartphone e un paio di guanti per maneggiare il Note 7 con estrema cura. Il Galaxy Note 7 andrà inserito nella bustina e successivamente in una scatola e quest’ultima in una seconda, una terza e cosi via dicendo.

Insomma più che un sistema anti esplosione sembra una matriosca di scatole con sorpresa finale esplosiva. Ironia a parte, se avete un Note 7 e volete restituirlo, contattate Samsung per poter ricevere questa “speciale confezione” che permetterà di tutelare sia voi che il corriere durante il trasporto di questo ordigno esplosivo. Vi ricordiamo o cogliamo occasione per informarvi nel caso non lo sappiate che Samsung ha definitivamente cessato la produzione di Note 7 e allo stesso tempo Oculus il supporto per il Gear VR. Vi sono buone probabilità che il phabelt non ritorni sul mercato.

Prima di lasciarvi al video sicuramente vi starete chiedendo, ma cosa provoca l’esplosione del Note 7? La batteria surriscaldandosi si gonfia ed espande o meglio dilata fino ad esplodere, iniziando a cacciare fumo dallo schermo per poi consumarlo totalmente. Numerosi sono i casi sia in USA che Europa, per questo Samsung ha deciso di tagliare la testa al toro come si suol dire mandando in pensione con largo anticipo il recente phablet, considerato non solo pericoloso ma anche vietato sopratutto nei voli.

Lascia un commento