RS Components annuncia il lancio del nuovo Raspberry Pi Compute Module 3

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 16-01-2017 10:28

RS Components (RS), distributore globale di prodotti di elettronica e manutenzione, ha annunciato la disponibilità della nuova versione di Raspberry Pi Compute Module, basata sull’architettura di Raspberry Pi 3. Pensato appositamente per i progettisti di sistemi embedded, il nuovo Raspberry Pi Compute Module 3 (CM3) mantiene il formato DDR2 SODIMM e garantisce le stesse funzionalità base di elaborazione di Raspberry Pi 3.

Come il Raspberry Pi 3, il CM3 incorpora un processore Broadcom BCM2837 a 64 bit, basato su un processore quad-core ARM Cortex-A53 con frequenza di clock di 1,2 GHz e RAM LPDDR2 da 1GB. La scheda garantisce 4GB di memoria eMMC Flash storage e mantiene un pin-out identico a quello del Compute Module originale (CM1).

Inoltre, RS propone anche il nuovo Raspberry Pi Compute Module 3 Lite (CM3L) low-cost. Quest’ultimo è dotato dello stesso processore BCM2837 e di 1 GB di RAM, ma è privo di memorie eMMC Flash storage. Gli sviluppatori, nella progettazione delle specifiche applicazioni, possono prevedere un ingresso per memorie eMMC o schede SD tramite la scheda su cui verrà montato.

Come il suo predecessore, il Raspberry Pi CM3 è progettato per applicazioni di tipo industriale. Un esempio di queste applicazioni è la gamma di display di grande formato di NEC di ultima generazione, che dispone di un ingresso compatibile con Raspberry Pi CM3 ed è progettata per ambienti pubblici molto illuminati come scuole, uffici, negozi e stazioni ferroviarie.

Il Raspberry Pi CM3 è acquistabile da RS anche all’interno di un kit di sviluppo, unitamente alla scheda Compute Module I/O. Questo semplice kit di sviluppo open source sfrutta l’intero potenziale di connettività I/O dei modelli CM1, CM3 o CM3L in termini di pin e connettori flessibili, consentendo ai progettisti di programmare memorie eMMC Flash via USB. Il kit funziona come piattaforma di prototipazione ed è il punto di partenza per lo sviluppo di piattaforme specifiche destinate a singole applicazioni.

“La nostra decisione di estendere le possibilità di utilizzo del Raspberry Pi si è già dimostrata un enorme successo: grazie al nostro primo Compute Module sono state sviluppate moltissime applicazioni innovative”, spiega Eben Upton di Raspberry Pi Foundation. “Prevediamo che questo modello di seconda generazione, più potente e combinato con risorse software e hardware già esistenti nell’ecosistema, consentirà una maggiore penetrazione nel mercato industriale”.

“L’introduzione di questa nuova versione di Compute Module dimostra il forte impegno di Raspberry Pi Foundation nel settore industriale, con l’obiettivo di andare oltre l’iniziale mission di piattaforma prettamente rivolta al settore educativo”, dichiara Rob Maycroft, Global Product Manager di RS per Raspberry Pi. “I progettisti di sistemi embedded potranno sfruttare le risorse dell’enorme community di Raspberry Pi e le migliori potenzialità di elaborazione del Raspberry Pi 3 per creare nuove applicazioni straordinarie”.

Il Raspberry Pi Compute Module 3, il relativo kit di sviluppo e la scheda associata possono già essere acquistati da RS.

Lascia un commento