E dopo il Note 7 esplode una lavatrice SAMSUNG

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 30-09-2016 10:07

Tempi bui o forse dovremmo dire “esplosivi” per Samsung, la quale si ritrova nuovamente nell’occhio del ciclone dopo l’esplosione di una lavatrice. Dopo il fenomeno #ExplosionGate che ha visto coinvolto il Note 7, la casa sud coreana si ritrova una nuova gatta da pelare.

samsung-washing-machines-630x315

Un lavaggio esplosivo per Samsung

La Consumer Safety Commission, ha invitato i consumatori a prestare maggiore attenzione alle lavatrici di classe TOP prodotte da Samsung in quanto in base a dei recenti report potrebbero esplodere. La commissione ha suggerito di utilizzare solo cicli di lavaggio specifici per evitare che l’elettrodomestico si surriscaldi ed esploda come è già accaduto o almeno questo è quanto si vocifera sulla rete con prova fotografica che potete vedere su.

A quanto pare Samsung non ha imparato la lezione ma gli stessi materiali difettosi utilizzati per la fabbricazione dei Note 7, sono stati adoperati anche per lavatrici ed altri elettrodomestici, il che abbassa di molto la genuinità dei suoi prodotti, portando i consumatori a puntare sulla concorrenza per non ritrovarsi spiacevoli sorprese in casa. Di recente Samsung ha avviato la sostituzione dei Note 7 acquistati nel periodo di lancio, i quali sono soggetti ad una possibile esplosione.

xiaomi-esploso

La casa sud coreana ha motivato se non giustificato le esplosioni con la seguente affermazione:

Ci teniamo a scusarci sinceramente con tutti i clienti che hanno riscontrato il problema a distanza di poco tempo dall’uscita del prodotto. Dal lancio abbiamo venduto 2,5 milioni di unità e nel caso in cui accadesse qualcosa di simile, gli acquirenti potranno sostituirli con altri prodotti. Abbiamo aperto un’indagine per verificare l’esistenza del problema cercando di capire se si tratta di casi isolati o se vi sono problematiche legate all’infiammabilità della batteria.

La sicurezza dei clienti è una priorità assoluta per Samsung, siamo consapevoli del ritardo e delle conseguenze sul mercato ma quest’azione è necessaria per poter garantire la distribuzione di prodotti di altissima qualità. Non possiamo conteggiare il numero esatto di phablet che andremo a sostituire ma possiamo affermare con assoluta certezza che oltre a costi elevati ci vorranno 2 settimane circa.

La morale della favola è di non acquistare Note 7 lanciati sul mercato prima della nuova partita e di prestare maggiore attenzione alle lavatrici SAMSUNG prodotte di recente. Se avete acquistato un phabelt di ultima generazione nel periodo di lancio, potete restituirlo e ricevere un nuovo modello contattando la stessa Samsung.

Lascia un commento