L’FBI consiglia di oscurare la CAM dei Notebook

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 03-10-2016 8:38

Chi non ha mai avuto la fobia di esseri spiati di nascosto durante la navigazione web con il Notebook attraverso la camera frontale dello stesso? Applicare un pezzo di nastro adesivo sulla cam è un accorgimento banale quanto ridicolo ma che può tenere al sicuro la propria privacy.

mark-zuckerberg

Con un nastro adesivo proteggi la tua privacy

A dare l’esempio è stato lo stesso Mark Zuckerberg, il creatore del social network più utilizzato sulla rete “Facebook“. Un ulteriore conferma sulla validità di questo accorgimento arriva dall’FBI stessa, la quale ha affermato che in alcuni casi la telecamera del computer portatile rappresenti un vero e proprio pericolo per la privacy dell’utente. Secondo gli esperti esistono virus, attacchi hacker o programmi installati che a insaputa dell’utente riprendono l’utilizzatore del computer scattando foto o video per poi pubblicandoli in rete e richiedendo delle somme di denaro come ricatto per la loro rimozione.

Nel 2010 uno studente americano querelò la propria scuola per aver installato sui PC un programma che permette di riprendere l’utente e scattare delle foto. Un evento simile è accaduto poco tempo dopo dove una giovane americana scopri che un compagno di studi le aveva scattato centinaia di software attraverso un software sul PC. Navigare sulla rete utilizzando un Notebook ed avendo la camera in bella vista e quindi sprovvista di una protezione, potrebbe compromettere la propria privacy.

Un giorno di questi potreste ritrovare le vostre foto o dei video Online con una bella somma di danaro richiesta per la loro rimozione. Un consiglio è di prendere del nastro adesivo “giallo possibilmente” e di applicarlo sulla camera frontale del notebook. Il nastro giallo è noto per non lasciare tracce o appiccicume dopo la sua rimozione, quindi potete attaccarlo e staccarlo tutte le volte che volete. Provare per credere.

Lascia un commento