iPhone 7: secondo Insurance2Go il 50 % degli utenti lo comprerà

Pubblicato da: AlessioT- il: 12-07-2016 10:35

Nonostante tantissime indiscrezioni affermano che il nuovo e attesissimo iPhone 7 della casa produttrice Apple sia una sorta di mini aggiornamento rispetto al consueto, secondo un recente sondaggio realizzato nel dettaglio dalla società chiamata Insurance2Go, almeno il 50 per cento degli utenti affezionati alla Mela Morsicata e dunque possessori di un device Apple avrebbe manifestato l’intenzione di acquistare il nuovo top di gamma della compagnia californiana non appena sarà possibile acquistarlo.

iPhone 7

Chi acquisterà il nuovo e attesissimo iPhone 7?

La società di origini inglesi d’assicurazioni mobile ha intervistato la bellezza di 1000 utenti Apple in possesso di un melafonino, al fine di arrivare ad avere un quadro completo sull’interesse verso questo prodotto. Tra le ragioni principali che potrebbero spingere i consumatori a lasciare il vecchio dispositivo, il possibile abbandono del taglio di memoria interna da 16GB a favore degli ottimi 32GB e soprattutto il significativo aumento di potenza per coloro che possiedono dispositivi di 3 o più anni.

Se invece andiamo ad analizzare le motivazione che spingerebbero un utente iPhone a non acquistare l’iPhone di settima generazione, molti ritengono i loro melafonini ancora validi da durare almeno un altro anno massimo due, altri invece non possono semplicemente permettersi la grossa spesa di un nuovo telefono.

Secondo gli ultimi rumors, iPhone 7 dovrebbe avere un’estetica praticamente identica a quella degli attuali iPhone 6S, mostrando però delle bande antenna meno invasive. Parlando dei componenti hardware, dovremmo assistere al tradizionale potenziamento di qualche componente partendo dalla nuova CPU Apple A10, una fotocamera di gran lunga migliore (dual-lens su iPhone 7S Plus), inserimento di due speaker stereo, e molto probabilmente l’eliminazione del jack audio da 3.5 mm a favore della connessione lightning.

Per saperne di più sull’iPhone 7 continuate a seguirci. A voi affidiamo la parola.

Lascia un commento