iPhone 6 Plus prendono fuoco, Apple indaga sulla vicenda

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 11-10-2016 8:53

Mentre Samsung attraversa un brutto periodo a causa delle recenti esplosioni dei suoi Note 7, Apple si ritrova con una gatta da pelare al quanto preoccupante. Pare che di recente alcuni iPhone 6 Plus si siano incendiati provocando danni al dispositivo e ai suoi possessori.

iphone-6

iPhone 6 Plus che esplodono

L’ultimo caso è avvenuto di recente, un possessore dell’iPhone 6 Plus ha affermato: “Ho sentito uno strano rumore simile ad un qualcosa che frigge, dopo di che l’iPhone è esploso in seguito alla fuoriuscita di fumo dallo schermo”, ciò è avvenuto a distanza di giorni dall’esplosione di un altro iPhone 6 Plus situato nella tasca posteriore di una studentessa, la quale si è ustionata ma per fortuna non gravemente.

Considerando che l’iPhone 6 Plus ha 2 anni circa, è strano che tali avvenimenti si siano verificati solo ora e non nei primi giorni della sua commercializzazione. Apple si è scusata per l’accaduto ed ha affermato di essere al lavoro per indagare sulle cause che hanno portato gli iPhone a prendere fuoco. C’è chi ironizza dicendo che i migliori cellulari sono i Nokia di un tempo, come dargli torto? Nonostante una volta non avevamo a disposizione tutte le comodità di oggi, era al quanto difficile che un cellulare esplodesse o prendesse fuoco improvvisamente, anche se non è di certo la prima volta che sentiamo parlare di casi del genere.

Apple si è sempre ritrovata nell’occhio del ciclone a causa delle morti di numerosi consumatori, i quali hanno ricevuto violente scariche elettriche durante l’uso del dispositivo in carica, senza contare le numerose scosse che l’iPhone 3G dava agli utenti a causa del materiale adoperato per la scocca. Durante la produzione di uno smartphone può capitare che alcune unità siano difettose ma quando la percentuale di dispositivi esplosi aumenta, il produttore prende in seria considerazione l’idea di cessare la produzione come nel caso di Samsung.

In questo caso parliamo di pochi casi “isolati” che Apple ha già provveduto ad analizzare per capire le reali cause che hanno spinto i melafonini ad incendiarsi. Nel primo caso l’iPhone era posizionato su una scrivania, nel secondo invece nella tasca di un pantalone.Quando un dispositivo esplode solitamente la colpa è della batteria che espandendosi si allarga fino ad esplodere. Non ci resta che attendere per avere ulteriori dettagli sulla vicenda, augurandoci che oltre le scuse Apple provveda al rimborso totale e immediato.

Lascia un commento