Bryan Hopkins: I Robot occuperanno il 6% dei posti di lavoro entro il 2021

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 16-09-2016 8:47

Secondo un report pubblicato da Bryan Hopkins su Forrester, entro il 2012 in USA i robot sostituiranno il 6% dei lavoratori, i quali si ritroveranno senza un posto di lavoro. Molte società tecnologiche puntano all’intelligenza artificiale per svolgere determinati compiti e quindi lavorare con algoritmi sofisticati definiti “auto apprendenti”  dove il tecnico o sviluppatore non deve interagire in alcun modo. Aziende come Microsoft, Facebook, Apple e Google potrebbero adottare questa strategia nei prossimi anni.

robot

Il futuro è nei Robot e nella disoccupazione

L’intelligenza artificiale si è dimostrata in molti casi più efficiente di un essere umano. L’acquisto di un robot include una spesa iniziale abbastanza cospicua, ma nel corso del tempo grazie al lavoro svolto l’acquirente riuscirebbe a ripagare le spese sostenute. Secondo uno studio approfondito pare che una macchina sia in grado di svolgere il medesimo lavoro svolto dall’uomo con un rapporto di 1 a 10.

Entro il 2021 la tecnologia prenderà il posto dell’uomo, le soluzioni basate sull’intelligenza artificiale e sulle tecnologie cognitive sostituiranno i posti di lavoro, sopratutto nei trasporti, logistica e nei servizi ai clienti. L’arrivo delle auto a guida autonoma manderà in pensione camionisti e coloro che conducono autobus o altri mezzi di trasporto. Nel campo dei servizi l’IA oggi è una realtà.

Il 6% è una percentuale davvero enorme, in una economica che già oggi scarseggia di posti di lavori con gli anni la condizione peggiorerà ulteriormente e trovare un nuovo impiego diverrà assai difficile. Ci ritroveremo con più gente senza un posto di lavoro.

La situazione è questa, se la presenza di una intelligenza artificiale avanzata velocizzerebbe la produzione e in maniera più accurata, allo stesso tempo causerebbe licenziamenti di massa oltre che la riduzione del fattore “socializzazione” ma che piaccia o meno all’essere umano, i robot sono destinati a sostituirci nella società in cui viviamo perchè l’uomo senza la tecnologia ai giorni d’oggi è impotente.

Augurandoci di non trovarvi in una condizione simile a quella mostrata in IO Robot, secondo gli studi condotti da qui a 5 anni la disoccupazione potrebbe incrementarsi notevolmente, aumentando allo stesso tempo la produttività e l’efficienza grazie ai “Robot”, i quali sostituiranno l’uomo in molti settori. Cosa nè pensate? Preferite avere interazione con un corriere ma rischiare il ritardo della vostra consegna o ritrovarvi una macchina a consegnarvi il pacco a domicilio ma con accurata puntualità e precisione?

Lascia un commento