Botta e risposta tra Epic Games e Microsoft sullo sviluppo dei giochi per PC

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 07-03-2016 8:29

Con l’avvento di Windows 10, Microsoft ha introdotto l’Universal Windows Platform, c’è chi ha accolto questo nuovo strumento a braccia aperte e chi invece non ha esitato a criticare l’azienda tra cui Epic Games.

Universal Windows Platform

Epic Games VS Microsoft e lo Universal Windows Platform

Il co-fondatore di Epic Games “Tim Sweeney” ha affermato quanto segue:

Lo Universal Windows Platform non è altro che una piattaforma chiusa all’interno di Windows 10 e controllata dalla stessa Microsoft, per gestire in maniera monopolistica lo sviluppo e la distribuzione dei giochi su PC. Microsoft sta incentivando lo sviluppo dei contenuti tramite questa piattaforma rendendoli disponibili solo per Windows, la distribuzione dei prodotti tramite il Windows Store contribuisce a spezzare il legame diretto con lo sviluppatore nei confronti della clientela.

Il problema è che Microsoft blocca di default la possibilità di scaricare app UWP su siti esterni allo store come quelli dello sviluppatore, costringendo l’utente a installare, aggiornare e acquistare il tutto esclusivamente sul Windows Store. Se Microsoft prosegue per questa strada il settore è destinato a morire, bisogna che la piattaforma sia aperta, tutti dovrebbero essere in grado di installare app UWP dal Web come avviene da sempre con le applicazioni Win32.

La situazione di Microsoft è al quanto imbarazzante, dopo 7 mesi dal lancio del sistema operativo e dello store, questo resta privo di giochi migliori o app di terze parti, ad esempio dove sono FIFA 2016 e GTA V? Oppure Photoshop?

Ecco la risposta di Microsoft a questa pesante dichiarazione:

Lo Universal Windows Platform è una piattaforma completamente aperta, disponibile ad ogni sviluppatore e può essere supportato da qualsiasi store, continueremo ad apportare miglioramenti, ad esempio con il November Update di Windows 10 abbiamo introdotto il side load delle app per default.

Epic Games torna alla carica come segue:

Le intenzioni di Microsoft vengono giudicate sulla base delle loro azioni e non parole. Le azioni parlano chiaro, stanno lavorando per trasformare il PC in un sistema aperto al monopolio per la distribuzione di contenuti controllati esclusivamente da Microsoft.

Lascia un commento