Apple aumenta la produzione di iPhone 7 cogliendo l’attimo fuggente

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 27-10-2016 9:10

Avete mai sentito parlare del detto che afferma “cogli l’attimo fuggente”? A quanto pare Apple ha preso alla lettera il detto, incrementando notevolmente la produzione di iPhone 7 e gongolando in un certo qual senso sull’insuccesso o meglio dire fallimento di Samsung con il Note 7.

iphone-7-06

Apple aumenta la produzione degli iPhone 7 per contrastare Samsung

Il più grande errore della compagnia sud coreana è stato quello di immettere sul mercato il Note 7 con largo anticipo senza effettuare i dovuti test, questo per contrastare l’arrivo dell’iPhone 7 e quindi spingere i consumatori a puntare sul phablet Androidiano piuttosto che sul melafonino di Cupertino, ma a quanto pare Samsung non ha fatto bene i conti, ritrovandosi seriamente nei guai a causa delle numerose esplosioni del Note 7.

Che il Note 7 sia stato un fallimento per l’azienda non vi sono dubbi, difatti dopo la prima ondata esplosiva che è stata sostituita da Samsung, l’azienda si è vista costretta a tagliare i ponti, cessando definitivamente la produzione del dispositivo ed Oculus non è rimasta con le mani in mano, interrompendo il supporto del Gear VR con il suddetto dispositivo. Apple ha colto occasione per incrementare la produzione di iPhone 7, non solo per soddisfare le domande ma anche per assicurarsi che gli Apple Store cosi come tutti gli altri rivenditori dispongano della quantità sufficiente di iPhone 7.

Nonostante il costo elevato del melafonino, pare che i consumatori delusi dal Note 7 si siano spinti verso la mela abbracciandone il suo lato oscuro come si suol dire. Samsung per convincere i consumatori a restare fedeli ad Android e ai suoi dispositivi, ha deciso di puntare molto sui Galaxy S7 e Galaxy S7 Edge, non solo attraverso il rilascio di patch correttive e aggiornamenti ma anche con cali di prezzi, promozioni ed ovviamente l’aumento della produzione.

Se al lancio il Galaxy S7 aveva un costo stellare, oggi è possibile portarlo a casa con una cifra che si aggira tra i 350 e 500 euro. Numerosi sono i rivenditori tra cui Amazon stessa ad avere dato il via a interessanti offerte e per fortuna a differenza del Note 7 pare che il Galaxy S7 sia sicuro quanto stabile e prestante. E mentre il Galaxy S7 tenta di riconquistare i consumatori delusi, Samsung è già al lavoro sul Galaxy S8 affermando che il ritardo della sua commercializzazione è dovuta ai recenti avvenimenti, pare che l’azienda abbia realmente imparato dai propri errori, soffermandosi maggiormente sui test prima del lancio sul mercato previsto per ora nella Primavera del 2017.

Lascia un commento