Migliorblog.it

Ania lancia nuova campagna per la Sicurezza Stradale

Ania lancia una nuova campagna di comunicazione per sensibilizzare tutti gli utenti della strada ed in particolare i giovani nel prevenire gli incidenti.

Sono stati lanciati da Ania 5 brevi video spot dalla fortissima componente emotiva per mettere in guardia dai pericoli della strada.

La Fondazione Ania per la sicurezza stradale è una Onlus creata nel 2004 dalle Compagnie di Assicurazione con lo scopo di contrastare con campagne di sensibilizzazione e progetti il grave problema degli incidenti stradali e cercare di salvare vite umane.

Aldo Minucci, Presidente di Ania e Fondazione Ania per la Sicurezza Stradale, ha presentato la nuova campagna di comunicazione sociale, realizzata in collaborazione con la Polizia di Stato, con queste parole: “Negli spot l’intento è quello di ottenere un’attivazione emozionale ottimale per fare passare, in modo efficace, il messaggio sotteso, il tutto nella cornice dei “Comandamenti”, richiamo particolarmente significativo alle norme come regole di vita. Gli spot sono tutti fondati sulla forza evocativa dei Comandamenti nella logica di principi senza tempo applicata alla circolazione stradale e sono rivolti soprattutto ai giovani. Attraverso le emozioni, attraverso il cuore, vogliamo arrivare alle loro teste, al loro modo di pensare, in maniera tale che il messaggio resti impresso e contribuisca alla diffusione di una nuova cultura del rispetto delle regole della strada”.

Attraverso i 5 diversi comandamenti presentati in questi video si richiamano gli utenti della strada al rispetto delle regole di vita basilari per evitare incidenti stradali.

Ciascuno spot focalizza l’attenzione su una particolare causa di incidente stradale come ad esempio l’uso di alcool, la distrazione con cellulare ecc. Nell’ultimo anno sulle strade italiane ci sono stati ben 3.385 morti per incidenti, un numero davvero impressionante e che va tenuto a mente da tutti e ricordato quando ci si mette alla guida.

I numeri sono ancora più tragici se si considerano i giovani sotto i 30 anni, infatti si contano quasi 800 ragazzi che hanno perso la vita in un anno.

Questo dramma è stato riassunto nello spot “Onora il Padre e la Madre” nel quale si vede una mamma che raccomanda al figlio in scooter di allacciarsi il casco ma lui parte di corsa non dandole ascolto e poco dopo succede la tragedia.

Nello spot “Non Rubare” si vedono una serie di cartelli stradali che vanno rispettati e alla fine una macchina passa dritta allo stop travolgendo un uomo in bici. Il bilancio dello scorso anno è di 273 ciclisti morti per incidente stradale!

“Non desiderare la donna d’altri” una famiglia con bambino è in viaggio allegramente quando una donna chiama l’uomo alla guida che si distrae al telefono causando una tragedia.
Un incidente stradale su due è causato dalla distrazione alla guida!

“Non uccidere” si vede un gruppo di giovani alla guida sotto l’effetto dell’alcool dopo l’uscita dalla discoteca. Un incidente stradale su 3 è causato dall’alcool! Ricordalo!

Ti potrebbero interessare anche

Lascia un commento

Leggi Altro!